Yin Yoga e l’Elemento Metallo

In questo articolo vi do una serie di informazioni che riguardano l’elemento metallo dalla prospettiva dello Yin Yoga.

L’elemento Metallo è associato alla stagione autunnale, la direzione del flusso energetico è verso l’interno del corpo umano. I meridiani e organi associati sono i polmoni e l’intestino crasso. L’organo sensoriale è il naso, la componente corporea è la pelle. Il sapore è pungente, il colore è il bianco, la forma è rotonda. Le emozioni associate sono: il coraggio, il senso dell’ordine, la tristezza e il risentimento.

Cosa rafforza questo elemento? Movimento all’aperto, esercizi di respirazione, avere abbastanza tempo e spazio.
Cosa indebolisce questo elemento? La mancanza di tempo le troppe costrizioni, la mancanza di contatti, la tristezza, i cibi che producono muco.

Meridiano Polmoni e Intestino Crasso
MERIDIANO Polmoni
I polmoni sono l’organo yin collegato all’intestino crasso yang. Nella medicina cinese e quella occidentale hanno un significato simile, controllano la forza vitale esterna ed interna. Questi organi servono a generare Qi (energia) che sostiene la vita. Nello yoga possiamo utilizzare pranayama e le pose per incoraggiare l’eccesso del Qi a tornare verso i polmoni per essere espulso attraverso l’esalazione, oppure stimolare una carenza di Qi ad essere riequilibrata attraverso particolari inalazioni.

I polmoni sono l’organo responsabile per elaborare il dolore specialmente quello causato dalla perdita di una persona cara. Nello Yin Yoga lavorando con i meridiani, si associano i polmoni all’intestino crasso che è l’organo interessato al lasciar andare.

Insieme questi due organi, formano lo strumento più efficiente, dello Yin Yoga per lasciar andare e Liberarci.
L’energia dei polmoni se non elaboriamo il dolore può consumarsi, se ci attacchiamo per troppo tempo al senso di perdita o ingiustizia senza guarire attraverso il pianto potremmo ammalarci. Piangere è un meccanismo fisico che il corpo ha imparato a utilizzare istintivamente per
cercare di riequilibrare l’Yin e Yang principalmente nei polmoni.
Funzione dell’organo: porta verso l’interno il respiro la forza vitale – senza la quale non potremmo vivere.
Significato metafisico: i polmoni governano il nostro valore e in base a questo possiamo portare all’interno la magnificenza della vita. Sintomi di squilibrio: piangere, asma, bronchite, dolore al petto, fiato corto.

Il Mantra associato è: “so di essere degno inspiro la bellezza della vita”

Vi parlo ora dell’Intestino crasso
Funzione dell’organo:
Eliminazione dello scarto solido.
Significato metafisico: aggrapparsi a metodi vecchi di vivere può tenere la nostra anima, imprigionata in schemi e modelli di comportamenti, dove ci sentiamo a nostro agio ma non ci aprono alla possibilità di crescere.

Lasciare il lavoro, partner, città natale ecc…può a volte essere proprio quello di cui abbiamo bisogno, per fare un salto nella guarigione, trasformazione e consapevolezza.
Quando non riusciamo a dire addio ad una persona, ad una situazione ad un posto ecc.. il corpo non lascia andare e quindi il nostro intestino crasso si blocca.
I polmoni vogliono lasciare andare e spingono l’energia verso il basso forzando l’intestino, questo crea disarmonia interna che si manifesta con il pianto. Questo ambiente interno influenza: reni, milza e cuore, con la paura, preoccupazione e carenza di gioia.
Questa disarmonia può influenzare ogni cellula del corpo, emozioni e stato mentale.
Il pianto è una parte importante del dolore, una volta che la nostra energia dei polmoni si è riequilibrata anche quella dell’intestino crasso si riequilibrerà e creerà spazio per una nuova energia. Non possiamo dare spazio a nulla se siamo pieni e costipati. Il pranayama è uno strumento eccezionale per lasciar andare il vecchio, creare spazio e far entrare il nuovo.

Il Mantra associato è: “mi affido nell’eliminazione a lasciar andare e resto in armonia con i cicli della vita.”
Sintomi di squilibrio: costipazione, mal di pancia.